2018: Ripensare le piattaforme aziendali

Nel 2018 saremo testimoni dell’evoluzione delle piattaforme aziendali cosicché le aziende potranno rispondere con maggior velocità ai cambiamenti del mercato, essere più produttive, e prendere migliori decisioni con più informazione a disposizione. Le aziende tenderanno ad avere piattaforme comuni, perché il business ormai demanda una piattaforma informativa molto più agile e stabile (in confronto con quelle anteriori) nella quale poter creare ed operare.

Le piattaforme comuni offrono numerose analisi, seguono il corso dell’informazione relativa al business, e sono così semplici che chi le usa può cambiare costantemente l’attività commerciale senza dover scrivere troppo codice.

Questo tipo di piattaforme vanno oltre le possibilità di ogni altra interna anteriore. Una piattaforma moderna richiede un livello d’investimento, abilità e tempo che i CIO ormai non hanno. Piuttosto, sarà più conveniente per le aziende sfruttare piattaforme comuni di Amazon, Microsoft, Google e altri. La mossa consiste nel lasciare da parte la tecnologia che hai creato, ed avere accesso a quella di cui hai bisogno.

Queste piattaforme offrono servizi integrati previamente, e una user experience che consente ritmo, agilità e alternative per la collaborazione. Col passare del tempo, i vantaggi di queste piattaforme continueranno ad aumentare, man mano che saranno disponibili ulteriori analisi incrociate delle applicazioni e altri servizi.

Ma il migliore vantaggio di avere una piattaforma comune come servizio (anche conosciuta come PaaS) è che libera il talento e il capitale di lavoro, i quali possono dedicarsi a servizi differenziati anziché a “servizi idraulici” o d’infrastruttura. Mentre il costo iniziale di queste piattaforme può all’inizio sembrare equivalente ai servizi interni del dipartimento IT, ciò che le ditte riacquistano sono i fondi che avrebbero investito nel tempo per mantenere sistemi personalizzati e legacy.

Tutto ciò significa che le aziende devono ripensare cosa devono personalizzare. Non si tratta più dell’infrastruttura, ma delle piattaforme comuni, delle applicazioni — la parte finale della user experience. La differenziazione deriva dall’informazione fornita dalle aziende ai loro clienti, partners e impiegati nel contesto, migliorando i risultati.

L’esempio Predix

Le aziende più intelligenti hanno messo in atto la transizione verso una piattaforma comune. Un buon esempio è General Electric e la sua piattaforma industriale IoT Predix. Dopo aver creato uno standard verso una piattaforma comune che ha sviluppato e poi ha aperto agli altri, GE ha cambiato rapidamente da un modello di detenzione ad uno operativo. Sia i dati che i sistemi tendono verso un modello di piattaforma comune, e mentre questo succede, si confondono i limiti tra i diversi settori dei modelli precedenti, ma anche cominciano ad apparire benefici. Andando oltre, GE destinerà tutti i suoi nuovi investimenti a Predix. Come informano nel loro sito di GE:

“Abbiamo creato Predix per guidare la trasformazione digitale delle attività di GE in più di 10 settori, dall’aviazione alle utility. Oggigiorno, questa piattaforma unica e flessibile viene adottata da leader industriali in tutto il mondo. Man mano che altri si uniscono a Predix, questa piattaforma diventerà più forte e consoliderà GE come leader di mercato”.

Tre aspetti da tenere in conto

Avere una piattaforma comune farà si che le ditte saranno alle prese con tre problemi chiave:

  1. L’adozione — Ci sono due possibili approcci. Il primo, che proviene dall’alto, dai dirigenti senior, per stabilire una piattaforma comune a tutta la ditta. Tuttavia, in occasioni, può provenire dal basso, generando diverse piattaforme e tecnologie. Secondo la nostra esperienza, il primo modello ha più probabilità di successo nel guidare il cambiamento aziendale. Predix è un esempio di questo tipo d’approccio.
  2. Abilità e ruoli — Mentre le aziende cambiano da piattaforme proprietarie a PaaS, i dipartimenti e le competenze tradizionali, di IT e di applicazioni, non funzionano più. Sia le applicazioni che le operazioni devono riunirsi in solo team (DevOps) e funzionare in un modo più agile. Le aziende non continueranno ad investire nelle abilità necessarie per sviluppare e mantenere le piattaforme proprietarie, ma investiranno invece in quelle idonee per amministrare piattaforme comuni e, soprattutto, sviluppare applicazioni differenziate.
  3. Gestione dei fornitori e redditività a lungo termine — Per quanto ampie e sofisticate siano queste piattaforme, sono ancora relativamente nuove. I fornitori di piattaforme stanno lavorando duramente per scalare rapidamente le piattaforme concorrenti e garantire che l’interoperabilità sia all’altezza delle richieste. Inoltre, è abbastanza probabile che le grandi aziende utilizzino più di una piattaforma, e quindi avranno bisogno di una buona gestione dell’integrazione e le operazioni. Infine, le imprese dovranno comprendere e sorvegliare la strategia della piattaforma per la crescita futura e la sua redditività a lungo termine.

Con il passare del tempo, il passaggio a queste grandi e comuni piattaforme fornirà all’azienda non solo una base per processi migliorati, ma anche servizi ricchi in quanto alle analisi, e nuove possibilità d’integrazione tra le unità di attività commerciale, precedentemente disattivate. Di conseguenza, potremmo ottenere risultati da due a cinque volte migliori, nonché la disattivazione di centinaia di server delle applicazioni, poiché le loro funzioni possono essere fornite da livelli di processo, ricchi d’informazione, in una singola piattaforma.


Bill Fiora è membro del team Strategic Competitive Intelligence, che supporta gli obiettivi commerciali di priorità alta di DXC Technology con analisi del mercato, dei clienti e della concorrenza. @billfiora

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

%d bloggers like this: