3 domande da porre sullo sviluppo di software agile nel settore automobilistico

La trasformazione digitale dell’industria automobilistica è stata incredibilmente radicale, sia sulla strada, con nuove auto piene di gadget tecnologici, sia in fabbrica, dove l’Internet of Things, la robotica e l’intelligenza artificiale hanno reso più efficiente il modo in cui vengono prodotte le automobili.

Ma ancora più importante di questi cambi ovvi, è il fatto che sia mutato il comportamento dei consumatori in quanto ai modelli di proprietà. Infatti, i conducenti potrebbero non scegliere affatto essere proprietari. Gli autisti d’oggigiorno possono andare a prendere il treno in autobus, poi guidare un auto condivisa per 100 miglia, stazionarla e poi prendere la metropolitana in una città fino al luogo di destino. I fabbricanti di automobili si sono resi conto che il modello tradizionale di produrre semplicemente macchine e spedirle al concessionario sta cambiando man mano che emergono queste tendenze di consumo.

Tutto ciò esercita una grande pressione su case automobilistiche e venditori di software che devono rispondere velocemente alle esigenze e ai servizi richiesti dai clienti di aziende competitive. I negozi di software devono utilizzare tecniche di sviluppo agili per affrontare queste sfide. Queste sono tre domande che le aziende devono porsi riguardo a come possono adattarsi i loro gruppi di sviluppo di software a questo nuovo modo di elaborare applicazioni:

  1. Qual’è il cambio culturale necessario? Per anni i negozi di software ed i fabbricanti di auto hanno funzionato in un modo molto simile a quello militare, con un modello di comandi dall’alto verso il basso. Oggi le aziende devono creare team flessibili di lavoratori di diverse discipline che sono coinvolti nello sviluppo del software dall’inizio. Poiché questo modello funzioni, tutti devono contribuire nel prodotto finale. L’ex capitano della marina statunitense David Marquet ha una famosa presentazione in cui spiega che, invece di istruire semplicemente tutti gli uomini del suo sottomarino per seguire ordini ciecamente, permette che i marinai più coinvolti nell’opera prendano le decisioni. Il capitano ha però l’ultima decisione in cima alla catena di comando. Questi cambi di cultura hanno fatto guadagnare al suo gruppo un punteggio elevato nelle ispezioni, e ora ha grande successo come consulente. Si può imparare molto da questo approccio in termini di far partecipare tutti i membri del team e che non abbiano paura di prendere decisioni. Dopo tutto, i programmatori sono quelli con un maggior contatto col lavoro.
  2. L’organizzazione è disposta a cambiare la sua struttura organizzativa e i suoi procedimenti? Nel passato, i software erano elaborati con un procedimento per passi e le persone di ogni gruppo spesso non partecipavano nella nuova versione finchè non era già troppo tardi. Con un modello agile, la progettazione, lo sviluppo, i test e le operazioni sono coinvolti sin dall’inizio. Ciò permette risolvere i problemi prima che si raggiungano le operazioni e tutti scoprano che lo sviluppo realizzato non funziona.
  3. Quali sono i risultati che le aziende possono ottenere con uno sviluppo agile in un panorama realista? Se si crea un’organizzazione di sviluppo agile, le aziende possono essere flessibili man mano che cambiano i requisiti e migliorano il tempo del lancio sul mercato. Invece di lanciare prodotti completi, il software può essere sviluppato in moduli più piccoli. Ciò si traduce in un minor numero di bug e moduli che possono essere inseriti mentre i team sviluppano i prodotti.

Le aziende spesso non sanno come incominciare a cambiare le loro organizzazioni di sviluppo. Sono troppo immerse nelle proprie operazioni e hanno bisogno di un team di esperti in consulenza per poter avere un’idea più fresca su se stesse. DXC ha esperienza con grandi aziende globali aiutando nella formazione di gruppi di lavoro di sviluppo che possano scalare nell’organizzazione, dal quartier generale fino alle sedi più lontane.


Enrico Stark è il Head of Application Development & Transformation Advisory presso DXC North & Central Europe.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

%d bloggers like this: