Crea impatto sul business con un piano di gioco per l’automazione dei processi aziendali

Di fronte alla sfida di automatizzare i processi aziendali, la maggior parte delle aziende è alla ricerca di risultati veloci e scommesse sicure. Ma troppo spesso queste si bloccano all’inizio perché non sono sicure di nessune delle due. Quello che serve è un piano di gioco che offra entrambe.

Certo, ci sono alcune aziende in grado di sfruttare la libertà d’azione dei primi giorni e approfittare per avere una fase di prove ed errori (fallire presto, fallire velocemente!). Ma anche in uno scenario come questo, andrebbe bene sapere se c’era un modo per prendere decisioni più meditate. I casi di studio sono utili, ma a volte non sono perfettamente in linea con le esigenze organizzative specifiche. E il metodo che fa uso di una mappatura dei processi, diagrammi di flusso e interviste ai dipendenti, spesso può essere un percorso lungo e costoso.

Ci deve essere quindi un modo migliore. Come si può avviare l’automazione dei processi aziendali con la velocità e l’attenzione necessarie per creare un impatto sul business?

La sfida di pensare in modo diverso

Quando ti accorgi che ogni giorno i tuoi clienti e dipendenti vanno lasciando impronte digitali nei registri di sistemi e quindi dimostrano il modo in cui fanno le cose, hai trovato la “salsa segreta”. Infatti, se un responsabile delle operazioni riceve un reclamo dal cliente, questi registri diventano i dati di origine da consultare. Si tratta di ciò su cui ti basi come se fosse una “fonte della verità” usata per narrare il processo di ciò che è accaduto.

E se potessi farlo su larga scala? E inoltre avere una visione completa di tutti i processi che i clienti e i dipendenti esperimentano? Cosa implicherebbe?

Il cambio di tappa

Pensare in modo diverso consiste nell’importare informazione del sistema e utilizzare il software per mappare il processo, analizzarlo e provocare conversazioni su dove il proprio programma di automazione dovrebbe concentrarsi. Con un nuovo approccio che unisce robots di software con intelligenza artificiale (IA) e lavoratori umani, le aziende possono acquisire e interpretare automaticamente applicazioni esistenti e dati.

Lavorando insieme, i vari elementi sfruttano “l’impronta digitale” di un’organizzazione per fornire una visione del business quasi in tempo reale, completamente trasparente e ad alta definizione. È un’idea che aiuta i manager a rispondere a ciò che sta realmente accadendo in quanto mirano a gestire e migliorare i loro processi di business.

Automazione dei processi aziendali, non solo dei processi robotici

Questo nuovo approccio alla scoperta dei dati può evidenziare:

  • Un problema basato sui processi che non ha bisogno di software per ottimizzarlo. Ad esempio, un livello di approvazione del processo che, con una piccola modifica, come può essere aumentare da $1.000 a $2.000, potrebbe abbreviare il tempo di ciclo dell’80% delle transazioni
  • L’automazione da macchina a macchina. Ad esempio, una grande quantità di “rekeying” attraverso i sistemi potrebbe essere risolta attraverso una breve integrazione del sistema
  • La digitalizzazione sta ancora aspettando di accadere. Ad esempio, alcuni processi richiedono tre giorni perché le fatture vengono ancora scansionate manualmente
  • Inoltre, un processo oneroso e ripetitivo potrebbe essere reso più efficiente e conforme utilizzando la robotica.

La potenza dell’approccio basato sui dati, reso possibile dall’IA, riduce il rischio della conversazione sull’automazione aziendale e crea una tabella di marcia da seguire.

Sommando le probabilità a tuo favore

Potrebbe essere il momento giusto per sfruttare l’automazione robotica dei processi basata su cloud (RPA, la sigla in inglese) e mettere l’intelligenza artificiale e i robot di autoapprendimento a lavorare quando e dove sono necessari. In tal modo, i responsabili delle operazioni e della tecnologia possono:

  • Creare la tabella di marcia ottimale con l’analisi dei processi utilizzando un motore di visualizzazione di nuova generazione
  • Aumentare la propria sicurezza confrontando le proprie prestazioni con i parametri del settore, accessibili in una libreria completa
  • Aumentare l’efficienza di uso tramite i robot “on-demand” disponibili nel cloud
  • Fornire garanzie di servizio con la gestione e il monitoraggio degli eventi abilitati al cloud.

Quando pensi alle tue opzioni, considera quelle che abbinano cloud, RPA ed IA, e sfruttano un modello di fornitura di servizi di generazione digitale che fornisce un approccio completo all’automazione intelligente su vasta scala.

Se il tuo obiettivo è la fornitura di servizi ininterrotti, sono certo che puoi apprezzare la capacità di raggiungere l’obiettivo finale con l’automazione aziendale che può espandersi rapidamente oltre i bot ausiliari, scalare in modo flessibile per soddisfare le tue esigenze e apprendere progressivamente. Questa è una vittoria rapida e una scommessa sicura.


Scott Robson è il leader delle vendite di BPS in Australia e Nuova Zelanda.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: