Sviluppare la sinergia digitale come un’abitudine

 

Sinergia digitale: promuovere le relazioni e la reputazione online attraverso strumenti collaborativi per sottolineare l’abito di Covey Synergize: “Nelle relazioni l’insieme è più della somma delle sue parti”. Nel digitale, queste sono le pratiche di: essere reattivi in ​​gruppi, apprezzare il contenuto di altre persone, condividere ciò che trovi di valore con gli altri (tu sei ciò che condividi) e non accumulare informazione (la regola di Google: condividere tutto, non nascondere nulla). Insieme, tutte queste grandi abitudini abilitate dal digitale creano una maggiore sinergia sul posto di lavoro e sul mercato, migliorando la tua reputazione e rafforzando la fiducia con le persone.

 

Lavoravo in un ambiente in cui il principio di sicurezza principale era il “bisogno di sapere”: l’idea era che il modo di stare al sicuro era di dire alle persone soltanto ciò che dovevano sapere. Ciò ha avuto un impatto interessante sulla cultura di tale organizzazione, trasformando alcune persone in potenti mediatori d’informazione e causando alti livelli di frustrazione quando scoprivamo che qualcun altro sapeva qualcosa che ci sarebbe stato utile. Sebbene questo approccio possa essere stato un modo efficace per ridurre le vulnerabilità di sicurezza, ha anche creato isole di conoscenza e bassi livelli di sinergia.

In un mondo in cui l’informazione è sempre più variata, l’accesso ad essa non fornisce più una base di potere, per fortuna. La nostra sfida con l’informazione è sapere cosa cercare e dove trovarlo. È qui che entra in gioco la sinergia digitale. Condividere idee e fornire connessioni aumenta la conoscenza delle persone con cui si interagisce. Usare gli strumenti collaborativi a disposizione per favorire le relazioni e migliorare la conoscenza della comunità è l’obiettivo. Alcune persone sono maestre in questo e hanno un enorme impatto su alcune comunità. Non sono sicuro di avere le capacità per essere in grado di dirti come essere uno di loro, ma ci sono cose che ognuno di noi può fare.

Impatto sulla tua comunità

Le comunità sono disponibili in tutti i tipi di forme e dimensioni e sono anche rappresentate in modo diverso tra i vari strumenti di collaborazione. Che lo riconosciamo o no, siamo tutti membri delle comunità. Possiamo guadagnare valore essendo membri attivi della comunità o possiamo scegliere di non partecipare. La collaborazione e la sinergia funzionano meglio quando vi è un’attività a doppio senso con input e risposte.

Abbiamo già parlato della necessità di estendere la nostra prospettiva al di fuori dei nostri confini organizzativi e di estendere la nostra collaborazione a fornitori, partner, clienti e persino concorrenti. La sinergia verrà sempre più raggiunta con quelle persone al di fuori della tua organizzazione.

Questo post forse non è tanto pratico perché il messaggio è abbastanza semplice: contribuisci ovunque la tua community stia collaborando. Se la tua comunità sta collaborando su LinkedIn, vai lì e pubblica post, e partecipa con commenti. Se è su Slack, vai lì. Se invece è rappresentata da un hashtag di Twitter, contribuisci lì. Se la tua community è interna e utilizza Microsoft Teams, questo è il posto giusto per essere attivo.

Non devi aspettare che gli altri ti vengano incontro o di utilizzare un singolo strumento di collaborazione. È necessario conoscere il modo in cui ciascuno degli strumenti di collaborazione funziona e contribuisce, in modo tale da aiutare la comunità ovunque si trovi, tenendo conto che potrebbe essere presente in più di un luogo. Trovo utile supporre che esista già una comunità piuttosto che avviarne una nuova, che è generalmente il caso. Ci sono momenti in cui la comunità è così specifica che so che una comunità esistente non può essere possibile, ma di solito non è così. Alcune hanno protocolli non scritti nel modo in cui funzionano che a volte possono essere difficili da capire, ma normalmente vale la pena attenersi a una comunità e lavorare attraverso la comprensione del protocollo. La maggior parte sono luoghi accoglienti se si aggiunge valore.

Il modo migliore per mettere in pratica la sinergia digitale è provare. Sebbene alcune comunità richiedano di un tempo dedicato, trovo che un ottimo modo per contribuire sia il programma Find 15, che abbiamo descritto in Abitudine 1: Cercare prima di capire.


Graham Chastney è senior technologist senior presso DXC.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: